default logo


Trofeo dell’Adriatico 2011

remuriSi è con­clusa con la pre­mia­zione della squa­dre Mar­tin­si­curo e Brin­disi la prima tappa del Tro­feo dell’Adriatico che si è svolto oggi a Brin­disi. Dopo la prima parte delle gare, che si sono tenute sta­mat­tina, nel pome­rig­gio la seconda fase ha stra­volto la clas­si­fica finale.
I tempi accu­mu­lati nelle due fasi hanno decre­tato tra gli uomini la vit­to­ria di Mar­tin­si­curo men­tre tra le donne della squa­dra brin­di­sina. La clas­si­fica finale nel fem­mi­nile ha asse­gnato il primo posto alle voga­trici di casa, il secondo alla squa­dra di Gaeta e il terzo a quella di Gio­vi­nazzo.
Nella cate­go­ria maschile hanno par­te­ci­pato sei squa­dre: primo posto per Mar­tin­si­curo, secondo per Brin­disi, terzo per Gaeta, quarto per Mol­fetta, quinto per Gio­vi­nazzo e sesto per Ter­moli. Nel pome­rig­gio la prima gara ha visto con­tro Ter­moli e Gio­vi­nazzo che si è con­clusa con la vit­to­ria dei primi, nono­stante una gara che ha visto sem­pre in van­tag­gio Gio­vi­nazzo.
Poi si sono sfi­date le squa­dre di Mol­fetta e Gaeta con que­sti ultimi vit­to­riosi, a dispetto della grinta del timo­niere Vale­rio che gui­dava gli avver­sari. Infine Brin­disi con­tro Mar­tin­si­curo con que­sti ultimi che hanno sba­ra­gliato con un minuto di van­tag­gio i deten­tori del titolo. Dome­nica pros­sima Gaeta ospi­terà la pros­sima tappa.
“E’ stato un grande suc­cesso per la città – com­menta il pre­si­dente Roma­nelli dei Remuri Brin­disi – al di là del risul­tato spor­tivo. Spero però che le isti­tu­zioni si accor­gano di noi per­ché abbiamo orga­niz­zato tutto senza alcuno spon­sor. Oggi però abbiamo dato un grande segnale ai brin­di­sini e spe­riamo, nelle pros­sime occa­sioni, anche di allar­garlo ad altre squadre”.

http://www.ilnautilus.it

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Continuando la navigazione accetterai il loro uso Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Continuando la navigazione accetterai il loro uso

Chiudi